Comunicati Stampa, Notizie e Informazioni dalla Regione Friuli Venezia Giulia


Resistenza al femminile all’Istituto Stringher di Udine

Si è svolta lo scorso 24 aprile la conferenza per le classi quinte nell’auditorium dell’Istituto Stringher di Udine sul tema “Donne friulane della Resistenza”, dalle ore 11 alle 13.

La lezione speciale rientrava nel programma del Laboratorio di Storia dell’Istituto alberghiero, commerciale e turistico, che ha per referente il professor Giancarlo Martina, che ha aperto i lavori. L’evento rientrava nel ciclo di attività didattiche intitolato “Resistenza e Ricostruzione”, dato che ha trattato eventi tra guerra e dopoguerra.

Isabella Costantini al microfono. Al tavolo dei relatori: Mentil, Fragiacomo e Martina. Tra il pubblico, a destra, l'onorevole Elvio Ruffino, presidente regionale dell'ANPI

La professoressa Isabella Costantini, vice preside della scuola, ha portato il saluto ufficiale di Anna Maria Zilli, dirigente scolastico dello Stringher. La prima relazione, intitolata “Donne friulane della Resistenza”, è stata condotta dalla professoressa Chiara Fragiacomo, dell’Istituto Friulano per la Storia del Movimento di Liberazione (Ifsml) di Udine. Ha fatto seguito un originale intervento musicale registrato con interessanti diapositive. Col titolo “Vittime di speranza” è stata presentata, in anteprima assoluta, la composizione per pianoforte e orchestra, della professoressa Barbara Sabbadini, docente dello Stringher.

La seconda relazione era incentrata su “La condizione femminile a Timau nel Primo Novecento”. È stata illustrata da Lisa Mentil, che ha voluto soffermarsi sul ruolo delle portatrici carniche nella Grande Guerra. Nelle relazioni è stato evidenziato il ruolo delle staffette partigiane e del patronage nei confronti di ebrei e deportati svolto dalle donne, soprattutto dopo il giorno 8 settembre 1943.

Le relazioni sono state accompagnate da diapositive in Power Point, dopo il saluto delle autorità invitate. Erano presenti la professoressa Renata Capria D’Aronco, del Club UNESCO di Udine, oltre all’ingegnere Silvio Cattalini, presidente del Comitato Provinciale dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia Dalmazia (ANVGD) e Giorgio Gorlato, esule da Dignano d’Istria. Era presente pure l’onorevole Elvio Ruffino, presidente dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (ANPI) del Friuli Venezia Giulia.

Ha tratto le conclusioni il professore Elio Varutti, referente del progetto, sostenuto dalla Fondazione Crup, “Il secolo Breve in Friuli Venezia Giulia”, cui appartiene l’insieme delle azioni didattiche in ambito storico sociale. Tale progetto ha il patrocinio di: Provincia di Udine, Comune di Udine, Club UNESCO di Udine, Società Filologica Friulana, ANED, ANVGD e del Comune di Martignacco.

Costantini, Mentil, Fragiacomo e il professor Martina

 

571 Visite totali, 2 visite odierne



Articoli correlati