Comunicati Stampa, Notizie e Informazioni dalla Regione Friuli Venezia Giulia


Dindarine di Marisa Scuntaro a Udine

Nella splendida cornice di un Friuli Doc, riposizionato sugli aspetti culturali, oltre che enogastronomici, si è tenuto il concerto del trio di Marisa Scuntaro col titolo “Dindarine dindarone”. Domenica 13 settembre, sotto l’affollata Loggia del Lionello a Udine, la performer friulana ha presentato il suo ultimo CD, accompagnato da un libro in “marilenghe” con i testi delle canzoni, della casa editrice Kappa Vu, 2014.

Marisa Scuntaro al contrabbasso a Friuli Doc, Udine

Le sue non sono solo canzoni e musiche, perché Marisa Scuntaro è una ricercatrice di musica popolare, che intervista e registra le nonne e le zie dei paesi friulani, per riportare alla luce ninne nanne, filastrocche e tiritere del tempo che fu. Lo sottolinea pure la professoressa Silvana Schiavi Fachin, nella sua introduzione al volumetto, arricchito dai disegni di Federica Pagnucco. Tra l’altro a Udine, libro e CD, sono stati presentati all’attento pubblico da William Cisilino, della Agenzia Regionale per la Lingua Friulana (Arlef).
Interessante, poi, è che oltre alla lingua friulana, i testi dei canti spontanei sono stati raccolti e riportati anche nel dialetto veneto di Marano Lagunare, in resiano, nello sloveno delle Valli del Natisone e del Torre, nonché nell’idioma germanico di Timau e di Sauris. Ovvero nelle varie parlate della regione Friuli Venezia Giulia, molte delle quali sono state elevate al rango di lingua minoritaria con la legge n. 482/1999.
Nell’esibizione dal vivo Marisa Scuntaro, che canta, suona il contrabbasso e i famosi cucchiai – del resto il suo primo gruppo era proprio “Sedon Salvadie” (Cucchiaio selvatico) – si è fatta accompagnare da Lucia Clonfero, al violino, e da Alessio Velliscig alla chitarra. Nel CD, oltre alla Clonfero, invece, Marisa ha come collaboratori alla chitarra e mandolino, Michele Pucci, assieme a qualche ospitalità di Silvio Pontelli al clarinetto e Roberto Lugli alle percussioni.

Marisa Scuntaro (al centro) con Lucia Clonfero (violino) e Alessio Velliscig (Chitarra)

1,797 Visite totali, 2 visite odierne



Articoli correlati