Comunicati Stampa, Notizie e Informazioni dalla Regione Friuli Venezia Giulia


Presentato a Trieste il libro di Claudio Pelizzeni: “L’orizzonte ogni giorno un po’ più in là”

IMG_20170516_155641920

Lunedì 15 maggio 2017 Pep’s cibi & vino, a Trieste, è stato scelto come location per l’ Aperilibro con Claudio Pelizzeni che ha raccontato e si è raccontato attraverso il suo libro d’esordio “L’orizzonte ogni giorno un po’ più in là. Il giro del mondo senza aerei”: la storia di un incredibile viaggio per realizzare un sogno e trovare la felicità.

Molti forse si saranno domandati che cosa possa aver spinto un ragazzo, Claudio Pelizzeni, un ragazzo come tanti, ad abbandonare tutte le certezze quotidiane e materiali ed iniziare a viaggiare per il mondo, verso l’ignoto.

Molti, forse all’inizio del suo viaggio, avranno pensato che mettersi alla ricerca della felicità fosse solo un’utopia, e il suo viaggio fosse solo l’inizio di un’affannosa ricerca di qualcosa di irrealizzabile che lo avrebbe portato inevitabilmente ad una cocente delusione.

Contrariamente a molte aspettative, come era già emerso attraverso i post e i video che Claudio pubblicava sul suo blog nel corso del viaggio, e ancora di più attraverso il suo libro, il messaggio che traspare è che la felicità non è qualcosa di irraggiungibile, ma è alla portata di tutti, qualcosa di estremamente semplice, ma allo stesso tempo straordinario.

Claudio attraverso le pagine del suo libro ha dimostrato che ognuno di noi è artefice della propria felicità, che possiamo rendere ogni momento speciale e unico; la felicità, comunque, non è un traguardo, una meta da raggiungere, ma è piuttosto un cammino che si percorre giorno dopo giorno. Quel cammino che Claudio Pelizzeni ha iniziato più di 3 anni fa, che gli ha permesso un cambiamento e una crescita personale, che non si è concluso al suo rientro in Italia, ma che continua ancora oggi, che è diventata un’attitudine positiva e ottimista di fronte alla vita.

Ad oggi la felicità, per Claudio, non è legata alle cose materiali che si possiedono, ciò che fa la differenza sono le persone che si incontrano nella vita, le esperienze che si vivono.

Quella felicità emerge in modo lampante dal confronto tra una sua fotografia scattata poco prima della partenza e una scattata quando il viaggio era quasi al termine. Ciò che colpisce subito è il suo sorriso, quel sorriso che coinvolge anche gli occhi, quello più sincero che nasce dalla vera felicità, quello più difficile da falsificare: solo quando si sta davvero bene si può sorridere anche “con gli occhi”.

Il sorriso di Claudio riflette quel cammino di vita intrapreso con ottimismo ed energia più di mille giorni fa; quello stesso sorriso che caratterizza ogni sua intervista, video o incontro con il pubblico che lo rende, ad oggi, una persona carismatica, e quelli occhi che, anche attraverso una fotografia, riescono a trasmettere fiducia a chi la sta guardando.

Come ha raccontato più volte lo stesso Claudio il sorriso è stato una forma di comunicazione che non aveva bisogno di parole, soprattutto in quei luoghi dove la non conoscenza della lingua poteva essere un problema di comunicazione.

Dai racconti di Claudio emerge un ulteriore messaggio quello che la felicità non è uno stato d’animo perenne, ma è piuttosto uno stato di equilibrio, è il risultato della capacità di sapersi meravigliare, di stupirsi delle piccole cose.

Non esiste, quindi, una sola via per la felicità: per Claudio trovare la sua felicità ha significato fare il giro del mondo, ma ognuno di noi deve trovare la propria strada per la felicità rincorrendo e realizzando i propri sogni senza lasciarsi travolgere dalla quotidianità.

La storia di Claudio Pelizzeni è anche la testimonianza che lungo il cammino che si intraprende per realizzare i propri sogni capiterà di cadere, l’importante, però, non è non cadere mai, è inevitabile nella vita incappare in cadute, l’importante è rialzarsi da ogni caduta e anche dopo un momento buio, riprendere il cammino.

Con il suo libro d’esordio ha dimostrato che non si può pensare che un giorno saremo felici semplicemente perchè potremmo ottenere delle cose materiali, come un’auto, un lavoro, un amore: la felicità è uno stato d’animo che si raggiunge con una presa di coscienza.

Il viaggio di Pelizzeni è stato anche un voler dimostrare attraverso il suo progetto, battezzato Trip-Therapy, che il suo sogno di girare il mondo senza aerei è alla portata di tutti. Oltre ad aver utilizzato un budget limitato, ha potuto dimostrare i miglioramenti fisici e mentali frutto di uno stile di vita sano e in continuo movimento. La Trip-Therapy non è stata solo il viaggio di un ragazzo diabetico, ma di tutti quelli che vogliono affrontare e i superare i propri limiti.

Dopo la tappa di Trieste Claudio Pelizzeni continuerà a girare l’Italia per condividere la sua esperienza. Per chi il 15 maggio non era presente alla serata di presentazione del suo libro “L’orizzonte ogni giorno un po’ più in là. Il giro del mondo senza aerei”, ma volesse conoscere meglio Claudio e la sua storia potrà trovare sul suo Blog (www.triptherapy.net) tutte le indicazioni e le modalità per l’acquisto del libro.

Al momento della pubblicazione di questo articolo non si sa, se ci saranno, nei prossimi mesi, in regione, ulteriori serate di presentazione del libro, ma ciò che si può senz’altro affermare è che la presentazione a Trieste è stata caratterizzata dalla “buena onda” da quell’energia positiva che si respira ascoltando Claudio e i suoi racconti.

Approfondimenti

– Blog   www.triptherapy.net

– Pagina Facebook www.facebook.com/triptherapy

Contatti

– Maria Grazia Di Somma 3406765792 e-mail: dsmg81@gmail.com

IMG_20170516_153923591

IMG-20170516-WA0038

IMG_20170516_154518774

claudio-prima-dopo

2 Visite totali, 2 visite odierne



Articoli correlati